24.04.2021 – La Delegazione di Napoli e Campania onora San Giorgio Megalomartire

Aggiornamento: apr 26

Sabato 24 aprile 2021, nella Cappella Magistrale, Chiesa di San Giuseppe dei Nudi in Napoli, la Delegazione di Napoli e Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio ha celebrato la festa in onore di San Giorgio Megalomartire, Patrono e Titolare dell’Ordine Costantiniano e della Cavalleria Cristiana Universale, con una Solenne Santa Messa officiata dal Cappellano della Chiesa Magistrale, Don Vincenzo Vollero, Cappellano di Merito. In questo contesto sono stati anche accolti i novelli Cavalieri e Cappellani della Sacra Milizia, in quanto per l’emergenza sanitaria non si è potuta celebrare il consueto annuale pontificale.

La solenne celebrazione è stata accompagnata da musica a cappella, della quale si evidenzia l’Antiphona Beatus Georgius, componimento di San Pier Damiani. Il Sacro Rito è iniziata con la lettura di un originale Inno a San Giorgio ottocentesco dell’Ordine Costantiniano, recitato dal Segretario Generale della Delegazione, l’Ing. Gionata Barbieri, Cavaliere di Merito P.A. Il testo di quest’inno - che fu declamato l’ultima volta in Napoli oltre 170 anni fa - accompagnato da una breve nota storica, può essere consultato QUI. Nella sua omelia, Don Vincenzo Vollero ha offerto toccanti spunti di riflessione sull’attuale ruolo della Chiesa, che ha ricordato essere stata istituita da Gesù Cristo nella immanente forma, e sulla confermazione di San Pietro e degli Apostoli a seguire indefettibilmente lo stesso Gesù in quanto Egli è “il Solo che ha parole di vita eterna”.

Dopo l’omelia si è svolto “infra Missa” il momento focale della solenne celebrazione, costituito dall’ammissione alla Sacra Milizia di nuovi Cavalieri e Cappellani e dalla promozione al grado superiore di alcuni confratelli.Il Rito, che ha previsto anche la remissione dei rispettivi diplomi firmati e sugellati dal Gran Maestro, S.A.R. il Principe Don Pedro di Borbone delle Due Sicilie e Orléans, Duca di Calabria, Conte di Caserta, Capo della Real Casa delle Due Sicilie.


Il rito si è svolto secondo alcune formule cerimoniali dell’Ordine Costantiniano, ed è stato condotto dal Delegato, il Nob. Manuel de Goyzueta dei Marchesi di Toverena e Trentenara, Cavaliere di Giustizia, assistito dal Segretario Generale e dal Cappellano della Cappella Magistrale. Il testo del cerimoniale - riprodotto sopra - può essere consultato QUI.

I neo-insigniti della Croce Costantiniana sono:

- Padre Sergio Angelo Germano Galdi d'Aragona, O.F.M., Cappellano di Giustizia.

- Don Carlo Giuliano, Cappellano di Merito.

- Don Antonio Mazzella, Cappellano di Merito.

- Don Carmine Sbarra, Cappellano di Merito.

- Prof. Avv. Alessandro Franchi, Cavaliere di Merito.

- Avv. Paolo Sautto, Cavaliere di Merito.

- Dott. Antonio Steardo, Cavaliere di Merito.

- Cap. Bruno Di Palma, Cavaliere di Ufficio.

- M.C. Mario Di Mattia, Cavaliere di Ufficio.

- C.M. Andrea Albertini, Cavaliere di Ufficio.

- Sig. Nicola Di Frenna, Cavaliere di Ufficio.

Avanzano al grado di Cavaliere di Merito i confratelli: - Sig. Giuseppe Domenico Costabile, Addetto al Cerimoniale della Delegazione. - Avv. Raffaele Gaetano Crisileo. - Dott. Felice Carifi.

Al termine della cerimonia, il Delegato ha dato lettura del messaggio augurale del Gran Maestro. Poi, S.E. il Duca Don Landolfo Ambrogio Caracciolo di Melissano, Principe di Melissano e di Scanno, Cavaliere di Giustizia, rappresentando il Presidente della Real Commissione per l’Italia, S.E. il Duca Don Diego de Vargas Machuca, Marchese di Vatolla, Gentiluomo di Sua Santità, Balì Gran Croce di Giustizia decorato del Collare Costantiniano, ha illustrato il messaggio dello stesso Presidente.

Infine, l’On. Avv. Ugo de Flaviis, Cavaliere di Merito, Sopraintendente del Real Monte ed Arciconfraternita di San Giuseppe dell’Opera di Vestire i Nudi, nel suo saluto ha confermato i forti vincoli spirituali, storici e di attività benefiche tra lo stesso Real Monte e l’Ordine Costantiniano.

La celebrazione si è conclusa con la recita della Preghiera del Cavaliere Costantiniano, guidata dal Delegato, e di ringraziamenti agli astanti.

Tra i partecipanti, alcuni accompagnati dalle proprie consorti, oltre ai summenzionati si segnalano:

- Nob. Ing. Patrizio Giangreco, Cavaliere Jure Sanguinis, Responsabile della Comunicazione della Delegazione.

- Nob. Arch. Vittorio Talamo de Vargas Machuca, Cavaliere di Giustizia.

- Nob. Dott. Pietro Confessore d’Introna, Cavaliere Jure Sanguinis P.O.

- Mons. Sebastiano Bonavolontà, Cappellano di Merito P.A.

- Dott. Ettore Corrado Araimo, Cavaliere di Merito P.A.

- Prof. Antonio De Stefano, Cavaliere di Merito P.A.

- Don Luigi Ballirano, Cappellano di Merito.

- Arch. Carlo Iavazzo, Cavaliere di Ufficio.

- Dott. Giovanni Prevete, Cavaliere di Ufficio.

- Prof. Valerio Stefano Sacco, Cavaliere di Ufficio.

Archivio
Cerca per tag