28.02.2022 – Solidarietà per i profughi ucraini dei Cavalieri Costantiniani della Toscana

I Cavalieri Costantiniani della Delegazione Toscana del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, raccogliendo l’appello delle Arcidiocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro e di Siena-Montalcino-Colle Val d’Elsa, hanno deciso di aderire alle iniziative di solidarietà in favore della popolazione Ucraina.

In particolare, la basilica di Santa Sofia a via Boccea 478 in Roma sta raccogliendo beni di prima necessità da mandare sia in Ucraina, sia in Polonia e Romania, dove si sta concentrando il maggior numero di profughi provenienti dalle zone di guerra. Ad occuparsi della raccolta è il rettore, Padre Marco Semehen.

Di seguito la lista dei generi che si stanno raccogliendo: pasta, olio di oliva, olio di girasole, riso, caffè, the, fette biscottate, nutella, merendine, tonno in scatola, barattoli di conserve, formaggi sottovuoto, Oki Task, aspirina, tachipirina, ibuprofene, bende, siringhe, siringhe per coagulazione del sangue, bende elastiche, antidolorifici, antinfiammatori, insulina (lunga durata), metformina, vitamine, pannolini, teli antigelo.

Quanto raccolto può essere consegnato direttamente presso la Basilica, ovvero, una volta raccolti i generi richiesti, potrà essere contattato il Pro-delegato per la Toscana, Cav. Massimo Planera (del.toscana@smoc.it), per concordare un’unica consegna presso la Basilica di Santa Sofia in Roma.

Archivio
Cerca per tag