23.06.2021 – In uscita “L’Ordine Costantiniano di San Giorgio” di Alessandro Scandola

La Real Commissione per l’Italia del Sacro Militare Ordine Costantiniano con piacere informa sulla prossima pubblicazione del volume L’Ordine Costantiniano di San Giorgio: Storia, Governo, rapporti con la Repubblica Italiana, procedure autorizzative, decorazioni, porto delle insegne del Cav. Dott. Alessandro Scandola (ZeL Edizioni 2021, cm 24x29,7, pp. 136).


In copertina: rara placca di gran croce del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, in argento dorato, applicazione al centro in parte smaltata, fattura traforata, primi Novecento.

La Cancelleria della Real Commissione per l’Italia ha avuto modo di visionare attentamente l'opera, la quale - per scientificità dell’approccio, adeguatezza dei contenuti, accurata veste grafica -è risultata meritevole di una vasta diffusione tra le Dame, i Cavalieri, i Postulanti, le Amiche e gli Amici della Sacra Milizia, nonché degli appassionati in materia di ordini cavallereschi.

Il libro si avvale di due presentazioni di eccezione: di S.A.R. il Principe Don Pedro di Borbone delle Due Sicilie e Orléans, Duca di Calabria, Conte di Caserta, Capo della Real Casa delle Due Sicilie, Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, e di S.E. il Duca Don Diego de Vargas Machuca, Gentiluomo di Sua Santità, Bali Gran Croce di Giustizia decorato con Collare, Presidente della Real Commissione per l’Italia, conferiscono approvazione ed ufficialità all’opera.

L’editore (ZeL Edizioni) propone l’acquisto del volume attraverso le Delegazioni della Sacra Milizia ad un prezzo di assoluto favore di euro 20.00 (contro un prezzo di copertina in libreria di euro 35.00). Quindi, le Delegazioni raccolgono tra i sodali e simpatizzanti i singoli ordini di acquisto del volume entro la data del 15 settembre 2021.



L’opera tratta delle origini del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio e dei tratti salienti dell’affascinante, pluricentenaria storia della Sacra Milizia. Inoltre, vengono affrontati i temi dell’Ordine e i suoi obiettivi nel terzo millennio, i rapporti con la Repubblica Italiana e il percorso che ha condotto all’autorizzazione delle onorificenze, la procedura autorizzativa all’uso delle insegne, il porto corretto delle stesse sugli abiti civili e militari.



L’opera mette in evidenza una visione per certi aspetti nuova di questa particolare realtà, patrimonio dinastico della Real Casa delle Due Sicilie, offrendo un quadro completo e attuale del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, una delle istituzioni cavalleresche più prestigiose della cristianità, da sempre impegnato nella glorificazione della Santa Croce, nella propaganda della fede, nelle opere umanitarie e di carità. L’Ordine Costantiniano si prefissa di dare il suo maggior contributo di azione e attività alle due grandi opere eminentemente sociali dell’assistenza ospedaliera e della beneficenza. La sua dimensione equestre e “militante”, aggiornata alla realtà del nostro tempo, aspira ad influenzare il mondo attraverso tangibili azioni caritatevoli e assistenziali, anche in collaborazione con enti di portata internazionale come la Caritas, le istituzioni pontificie e melitensi, la Croce Rossa, ecc. L’Ordine Costantiniano, inoltre, volge il suo sguardo e il suo impegno anche nel campo della cultura, dell’educazione e della promozione della storia e delle arti.

Poi, alcuni approfondimenti permettono inoltre di comprenderne il Governo, i meccanismi e la struttura interna come le cariche e gli uffici, gli obblighi, i compiti; e ancora l’organizzazione territoriale, articolata in Real Commissioni nazionali e Delegazioni regionali, che ha al suo apice l’Ufficio Magisteriale e la Real Deputazione.

Completa il volume un ricco apparato iconografico, che include anche inediti documenti d’archivio.



L’autore

Alessandro Scandola è nato nel 1972 a Verona, dove tuttora risiede. Dopo la musica, con lo studio della batteria e delle percussioni, la pittura ad olio e acrilico su tela e la scultura, si dedica all'affascinante mondo cavalleresco, passione che lo accompagna da molti anni.

Collabora con alcune riviste specializzate, con articoli sul tema, come Il Mondo del Cavaliere, rivista internazionale sugli Ordini cavallereschi, diretto dal Nob. Dott. Pier Felice degli Uberti, Presidente della Commissione Internazionale permanente per lo studio degli Ordini cavallereschi - ICOC. Pubblicazioni: La risposta di S.A.R. il principe Pedro di Borbone delle Due Sicilie e d’Orléans, duca di Calabria, conte di Caserta; Insegne cavalleresche, il sistema autorizzativo italiano e le sanzioni; Le onorificenze e l’abito; - Il Principato di Monaco e il suo sistema premiale; La Repubblica di San Marino, Ordini equestri, decorazioni e ricompense; Croce al merito dell’Ordine del Santo Sepolcro e croce al merito patriarcale, differenze e autorizzazioni; Imperiale e Reale Casa Asburgo Lorena di Toscana; Le ricompense della Croce Rossa Italiana; L’Ordine di Danilo I e la Real Casa del Montenegro; Il nuovo Ordine della Corona di Ferro.

È socio ordinario dell’Associazione Insigniti Onorificenze Cavalleresche – AIOC, istituzione a carattere internazionale con l’Alto Patronato e l’appoggio della Commissione Internazionale permanente per lo studio degli Ordini cavallereschi – ICOC. È socio della Società Italiana di Studi Araldici di Torino (SISA), organismo con lo scopo di promuovere gli studi storico-araldici e di valorizzare il ruolo dell'araldica nell'ambito delle scienze umane.

Pubblicazioni

Digitalizzazione dell’archivio SISA. Classificazione e scansione dei documenti a supporto delle attività di ricerca. Classifica e digitalizza l’intero archivio documentale delle tre Commissioni in materia di onorificenze, istituite presso il Governo Italiano, precedentemente inventariato nell’ambito del progetto Archivi politici vicentini della biblioteca Bertoliana di Vicenza: la Commissione consultiva in tema di Ordini cavallereschi “non nazionali” del 2001, sotto la presidenza del Prof. Aldo Pezzana e la vice presidenza dell’On. Alberto Lembo; la Commissione di studio e di aggiornamento sulle onorificenze e benemerenze della Repubblica Italiana (2004 – 2010) presieduta dall’On. Alberto Lembo; il Gruppo di lavoro informale sulle onorificenze presso il Cerimoniale Diplomatico del Ministero degli Affari Esteri (2012 – 2014) presieduto dall’On. Alberto Lembo, studioso delle scienze araldico-cavalleresche ed esperto di faleristica.

Le insegne cavalleresche autorizzate dalla Repubblica (Vertigo Edizioni 2015, pp. 257), con la prefazione dell’On. Alberto Lembo, già Presidente delle Commissioni consultive in tema di onorificenze cavalleresche istituite presso il Governo Italiano e disegni delle decorazioni concessi dal Dott. Fabio Cassani Pironti e dal Dott. Michele D’Andrea, esperti di segni d'onore e autori di diverse opere.

Dottrina e giurisprudenza in materia di onorificenze cavalleresche. L’Archivio Lembo, in collaborazione con l’On. Alberto Lembo (Commissione Internazionale permanente per lo studio degli Ordini cavallereschi – ICOC 2018, Volume I pp. 356, Volume II pp. 756), un lavoro articolato in due volumi, con premessa del Dott. Pier Felice degli Uberti, Presidente dell’ICOC e prefazione di S.E. Stefano Ronca, Ambasciatore del Sovrano Ordine di Malta presso la Repubblica Italiana.

Il Sovrano Ordine di Malta e l'Italia. Sistema di Governo, organizzazione territoriale e trattati (Logart Press Editore 2019, pp. 176), con prefazione di S.E. Paolo Borin, Ambasciatore del Sovrano Ordine di Malta presso la Repubblica Federale Democratica d’Etiopia e Rappresentante permanente presso l’Unione Africana, e con introduzione dell’On. Alberto Lembo.

Archivio
Cerca per tag